Se Fioramonti si dimetterà, restituirà dignità alla scuola

bag-1868758_640

Le possibili dimissioni del ministro dell’istruzione a fronte della scarsità dei fondi stanziati per la scuola nella finanziaria, sarebbero un atto di una gravità assoluta e, nello stesso tempo, di dignità e coerenza rare.

Di gravità assoluta perché rappresenterebbero la prova dell’assoluto disinteresse da parte del governo per un settore strategico per il futuro del paese, di dignità e coerenza perché il ministro, sin dall’inizio del suo mandato, ha affermato che o venivano stanziati i fondi necessari a rilanciare la scuola, o si sarebbe dimesso.

Sarebbe magnifico se anche il suo successore, a quel che si dice il senatore Nicola Morra, si rifiutasse di assumere l’incarico senza una garanzia sui fondi necessari a rilanciare l’Istruzione, ma questa è pura fantascienza.

Le dimissioni di Fioramonti, oltre alla dignità dell’uomo, restituirebbero quella dignità che manca da troppo tempo alla Scuola. Il ministero dell’Istruzione da troppi anni  è diventato un contentino per mettere a tacere gli scontenti, una poltrona un tempo prestigiosa  legata in un abbraccio mortale con il ministero dell’economia e della finanza e destinata a personaggi di second’ordine, teste di legno disposte a dire di sì, o a fedeli adepti al dettato neoliberalista che al vuole sottomessa al mondo del lavoro e classista.

Lo stato d’agitazione proclamato dai sindacati, che hanno visto sciogliersi come neve al sole le promesse fatte a inizio legislatura, aumenta la pressione sul governo che sembra sordo alle richieste di rinnovo contrattuale, di messa in sicurezza di tutte le scuole del territorio, di superamento della Buona scuola. Non basta inserire i fondi del così detto merito nel fondo d’Istituto per restituire alla Scuola quanto le è stato tolto negli ultimi dieci anni.

Per non parlare della situazione del personale Ata e di segreteria, cronicamente sotto organico, mal pagato e costretto a turni stressanti, con gravi ripercussioni sull’efficienza delle scuole.

Ma come Alice, il governo sembra non sapere nulla di tutto questo, nonostante le promesse roboanti dei grillini. Più imbarazzante appare la posizione del Pd, dal momento che quell’oscenità chiama Buona scuola, immane spreco di denaro che avrebbe potuto essere utilizzato in modo assai più sensato, è stata partorita all’interno delle sue fila anche se dal suo figlio reietto, quel Renzi che, almeno sulla scuola, ha il buon gusto di tacere. Renzi che ha sempre rivendicato di aver speso moltissimo per la scuola, verissimo, omettendo però di dire di aver speso malissimo e di aver fatto innominabili pasticci.

Parla tanto di scuola invece Calenda, ma senza entrare mai nel concreto, in termini generali ed elettorali, in perfetta continuità con gli altri partiti.

No, non tutti: la Lega, per voce del suo indagato segretario, le proposte concrete le fa, prive di senso e grottesche, per non dire esilaranti, ma le fa, cercando di aizzare l’antico avversione per gli insegnanti da parte del popolo, che invece, a giudicare da una recente sondaggio, sembra rendersi conto di quanto il lavoro di tramandare cultura e valori , di lavorare per la condivisione di percorsi comuni con chi viene da lontano, di fornire ai ragazzi le chiavi per cominciare a decifrare il mondo che li circonda, sia diventato sempre più difficile e faticoso.

Tanto di cappello a Fioramonti se si dimetterà, vergogna a chi lo permetterà e a chi prenderà il suo posto, se sarà consapevole di non poter svolgere al meglio il proprio lavoro.

Augurandosi che la Scuola torni ad essere una cosa seria.

 

cropped-twitter-molto-piccola.jpg

Il mio ultimo romanzo in offerta, fino a domenica, su Amazon

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archives

Paperblog

<a href=”http://it.paperblog.com/” rel=”paperblog pietro66″ title=” Paperblog : I migliori articoli dai blog” >
<img src=”https://m2.paperblog.com/assets/images/logos/minilogo.png” border=”0″ alt=”Paperblog” />
</a>

Logo
Aenean Donec sed odio dui. Donec sed odio dui. Aenean eu leo quam. Pellentesque ornare sem lacinia quam venenatis vestibulum. Curabitur blandit tempus porttitor ligula nibhes, molestie id vivers dapibus iaculis.

SpicePress Theme
Chestnut Road, California (USA)

Siti consigliati