Salvini: l’italiano tipo?

Salvini: l’italiano tipo?

Rom,_der_Palazzo_del_Viminale

Cosa ci raccontano le cifre su Matteo Salvini? Con i numeri non si scherza, i numeri restano e lasciano pochi spazi alla fantasia, i numeri sono una vera manna per chi contesta: se vogliamo davvero contrastare l’ascesa della destra, diamo i numeri.

17- Sono i giorni in cui Matteo Salvini ha lavorato al ministero, esatto, diciassette giorni interi: con quelli in cui si è presentato solo al mattino, arriviamo a trentanove. Trentanove giorni per svolgere un lavoro per cui tutti noi lo paghiamo lautamente. Certo che, dopo il primo decreto sicurezza e la bozza del secondo, c’è da sperare che, in futuro, si fermi in ufficio ancora meno. Tenuto conto che spesso ha inveito contro i furbetti del cartellino, si nota una certa contraddizione con il suo assenteismo. La domanda che sorge spontanea è: chi lavora al suo posto, chi tiene le redini del Ministero dell’Interno? E’ una questione non irrilevante, dato l’importanza del problema sicurezza per questo esecutivo.

211- Sono i giorni in cui Matteo Salvini ha partecipato, a nostre spese, a incontri, meeting, cene elettorali. Per la Lega. Sapete, quelle occasioni in cui si irrita se qualcuno lo contesta, quando dimentica che la democrazia riconosce il diritto di critica, quei giorni in cui la Digos invece di stanare terroristi stana cellulari  che hanno scattato inquietanti selfie col ministro e minacciosi striscioni tipo questa lega è una vergogna, per altro citazione del mai troppo rimpianto, grandissmo Pino Daniele. Quei giorni in cui lui può dire che i suoi contestatori sono zecche rosse ma i suoi contestatori non possono dire niente, perchè, come ha detto il capo della polizia Gabrielli .- Mica si può contestare cosa dice il ministro!.

Ah, non si può contestare, cioè il ministro può dire quello che vuole, insultare chi vuole e non si può contestare. Bene. Ma che stupido, dimenticavo! Il ministro può anche sequestrare cinquanta disgraziati su una nave per giorni e non essere perseguito, grazie ai suoi amici pentastellati, sì, quelli dell’uno vale uno, come no. Bisognerà parlarne dello stretto rapporto tra polizia e ministro, di questo feeling mal celato. Ma non lo farò io. Perché? Perché da quei maledetti tre giorni del 2001 la polizia mi fa paura, se ci fermano a un posto di blocco mia moglie, guida lei, sa che non può contare su di me, perchè mi paralizzo.In germania ci hanno fermato i poliziotti tedeschi: quando lo racconta ride ancora da rischiare le convulsioni. E’ triste, specie se si tiene conto che uno dei miei più cari amici è un poliziotto e un altro è un carabiniere. Molto triste. Comunque la penso come Saviano, tanto per essere chiari.

600000- Sono i rimpatri che aveva promesso di effettuare. Seicentomila, non so neanche se ci sono abbastanza aerei per rimpatriare tanta gente.

6000- Sono i rimpatri effettivi a oggi, meno di Minniti, meno addirittura di Monti. L’uno per cento di quanto promesso. Eh sì, perché i clandestini non sono mica tutti quelli che dice lui, potremmo fare delle cifre anche su questo, ma non vorrei tediare troppo chi legge. E poi le cifre sui rimpatri comprendono una cospicua percentuale di migranti che hanno lasciato il paese volontariamente. Già, l’uomo che ha messo in sicurezza il paese.

3- Sono i processi per eccesso di legittima difesa nel corso dell’anno passato. Un numero esorbitante, direi angosciante, che giustifica una nuova norma sulla legittima difesa. Fate voi.

Cosa viene fuori da questi numeri? Il segreto del successo di Salvini.

Fate mente locale, pensate all’italiano medio , com’è? Ignorante, supponente, arrogante, scansafatiche, furbetto, vendicativo, incapace di argomentare un discorso logicamente, incapace di mettere insieme tre periodi in italiano decente, sempre pronto a vedere i difetti degli altri e incapace di autocritica. ne consociamo tutti di gente così, no?

Coincide? Non lo so, fate voi, io non dico nulla, vedi sopra quello che ho detto sulla polizia.

P.S. La foto è quella del MInistero degli Interni, così se lo incontrate potete indicargli com’è fatto.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

wp_3307042

Lascia un commento