Il ministro col mitra e l’opposizione querela un rocker

Aprile 22, 2019 Attualità, Cronaca, Politca

052713mil07

La foto del ministro degli interni con un mitra in mano e l’espressione di un oligarca russo che valuta la mercanzia, oltre che fuori luogo in tempo di festività pasquali da parte di uno che giura sul Vangelo e si autoproclama difensore della famiglia tradizionale ( degli altri), è volgare, di pessimo gusto e, se vuole essere minacciosa, risulta solo grottesca.

Altrettanto fuori luogo sono gli sfottò da parte di alcuni membri del Pd nei riguardi di chi sperava di trovare un mezzo stipendio col reddito di cittadinanza e si è ritrovato in mano un pugno di mosche. Molti di quelli che lo hanno richiesto sono persone in stato di necessità, per i quali gli ironici radical chic piddini non hanno fatto nulla durante la scorsa legislatura. Se è di cattivo gusto scherzare con le armi e la violenza, lo è ancora di più farlo con la miseria e il bisogno.

Tutto sommato, la scelta del ministro degli interni di non partecipare alle manifestazioni del 25 Aprile appare coerente, non per le motivazioni, del tutto fuoriluogo e antistoriche, addotte, ma per quanto ha fatto e detto finora: non si sente davvero la necessità di un razzista xenofobo e bugiardo che festeggia il 25 Aprile.

Allo stesso modo farebbero bene a non presenziare molti esponenti del Pd, che i valori della Resistenza, mi riferisco alla solidarietà, alla cooperazione, alla libertà e ai diritti condivisi, li hanno traditi più volte, votando l’accordo con la Libie e la legge sul decoro urbano di Minniti, non votando lo ius soli e aprendo la strada all’immondo decreto sicurezza di Salvini e all’ultimo recente aggiornamento sul decoro dei centri urbani.

Le colpe dell’esecutivo di oggi, tante, gravi, pesanti, e gravide di consequenze per il futuro, nascono anche dagli errori di ieri, da una sinistra completamente priva dei valori fondanti, quelli della Resistenza, appunto, votata ad abbracciare la globalizzaizone e gli scompensi che, questa globalizzazione, comporta, incapace di trovare una strada autonoma che permetta di conciliare la giustizia sociale con l’economia.

Io credo che solo la fuoriuscita di Renzi e della nomenclatura renziana possa dare alla sinistra una possibilità di rinascita, che non può certo passare per Zingaretti, persona magari anche onesta ma non certo qualcosa di nuovo sul palcoscenico sgangherato di quello che fu un grande partito di sinistra. Non mi sembra di sentire parlare in questi giorni di lotta senza quartiere alle mafie e alla corruzione, politiche del lavoro a lungo termine coerenti con la salvaguardia dell’ambiente, equità fiscale e pene severe per gli evasori, ecc. Sento solo un chiacchericcio indistinto e le solite battute stantie.

Una sinistra vera, in quanto tale, invece di ridere dei poveri di nuovo imbrogliati da vane promesse, chiederebbe ad alta voce, ossessivamente, giorno dopo giorno, al governo notizie su Silvia Romano, finita nell’oblio in attesa di esesre di nuovo ricoperta di insulti se, come ci auguriamo in tanti, tornerà sana e salva a casa.

Questa sinistra, invece, non può nemmeno chiedere giustizia su Giulio Regeni senza apparire ridicola. A questo siamo ridotti.

A Maggio, dopo la resa dei conti elettorale, questo governo, a meno di sorprese clamorose, cadrà e alle nuove elezioni si presenterà una destra questa volta sì estremista, fascista e pericolosa. E’ a quell’evenienza che deve prepararsi la sinistra, perché a Maggio sarà un’altra batosta o una vittoria di Pirro, cominciando a invitare questo Renzi, che come un bambino capriccioso  adesso si mette a querelare anche le rockstar, a fondare il suo partito e portarsi dietro i suoi fedeli.

Bisogna fare in modo che quella brutta foto di un pessimo ministro non sia un presagio, ma solo un cattivo ricordo da cancellare al più presto.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archives

Paperblog

<a href=”http://it.paperblog.com/” rel=”paperblog pietro66″ title=” Paperblog : I migliori articoli dai blog” >
<img src=”https://m2.paperblog.com/assets/images/logos/minilogo.png” border=”0″ alt=”Paperblog” />
</a>

Logo
Aenean Donec sed odio dui. Donec sed odio dui. Aenean eu leo quam. Pellentesque ornare sem lacinia quam venenatis vestibulum. Curabitur blandit tempus porttitor ligula nibhes, molestie id vivers dapibus iaculis.

SpicePress Theme
Chestnut Road, California (USA)

Siti consigliati